Archivio

Archive for settembre 2008

Cuccioloni!

28 settembre 2008 2 commenti

 

 

Annunci
Categorie:'mmore

REM

28 settembre 2008 5 commenti

Ieri sera finalmente, il bellissimo concerto dei REM a Bologna. Due ore tiratissime, Michael sempre in formissima e più affascinante che mai.
Mi è un po’ mancata Daysleeper, ma tutto il resto ha compensato pienamente, soprattutto i tantissimi brani tratti da Monster.
Avrei potuto fare un milione di foto… Ma non le ho fatte, ne ho fatte 4 di cui 3 mossissime. Quindi me n’è rimasta una, questa che segue, come rappresentante della bella serata di ieri. L’ho fatto apposta, perchè tra i buoni propositi della mia nuova vita c’è quello di smettere di fotografare spasmodicamente i momenti importanti e cominciare, invece, a viverli. Appieno. Non perderseli per poi riguardarli in foto. Viverli al momento e poi riguardarli nei miei ricordi.


Categorie:Musica

Festa di Modena 2008!

24 settembre 2008 7 commenti

Mhmpf. Questo post l’avevo iniziato a scrivere ieri, ma c’erano talmente tanti casini con Imageshack e il resto che mi era passata la voglia. Oggi sembra che vada meglio, ma ancora molte immagini non sono riapparse. Che palle. Portate pazienza.
No allora, il mio post di ieri che è diventato di oggi voleva essere una descrizione-recensione più o meno dettagliata della festa di Modena di quest’anno, che è finita lunedì sera. Non penso di essere mai stata in tutta la mia vita così tante volte a una festa dell’Unità come quest’anno (che poi non si chiama più "Festa de l’Unità", adesso si chiama "Festa del PD". Facciamo che si chiama "Festa di Modena" e non se ne parla più, ok?).
Intanto, io che non amo le feste dell’Unità in genere, devo dire che quest’anno mi ci sono divertita un sacco. Sarà che ho avuto delle ottime compagnie, sarà che nonostante tutto ho riso come una pazza, sarà sarà sarà, fatto sta che mi dispiace proprio tanto che sia finita. Direi di avere saltato si e no 6-7 sere, per il resto, ero là. Quindi posso dire di aver visto più o meno tutto. Intanto devo dire che quest’anno con gli spettacoli hanno quasi definitivamente toccato il fondo. Sì, ci sono stati i Nomadi e De Gregori come nomi di richiamo, ma a parte che a me non interessano, tutto il resto è stato veramente fuffa. L’unico concerto carino e discretamente divertente (e che ha richiamato un po’ di gente) è stato quello degli Wealers (spero di scriverlo giusto), la ex band di Bob Marley. Per il resto l’unico che è riuscito a imballare l’arena è stato Giacobazzi, tutti gli altri spettacoli erano un mortorio imbarazzante.
I fuochi di apertura non li ho visti (ma li ho sentiti da casa!), quindi non posso sbilanciarmi, mentre quelli di chiusura sono stati bellissimi!! E poi che c’è di meglio che guardare un bello spettacolo pirotecnico abbracciata al tuo ammore che ti scalda e bevendo un buon limoncello, che ti scalda ancora di più??
E poi, vorrei parlare approfonditamente del lato più interessante della festa: quello gastronomico! Intanto, come avete visto, ho mantenuto fede al mio impegno e mi sono finalmente azzardata a prendere un waffel. Per la verità, credo che i waffel diano dipendenza, perchè la sera dopo ne avrei preso un altro (con l’amarena Fabbri sopra, però.. sbav…..), peccato che fossimo già stati troppo pieni per la cena al Tradizionale… Ma dei ristoranti parlerò tra poco. Per prima cosa vorrei sapere dove si possono mangiare i waffel al di fuori della festa. Tra Modena e dintorni. Se qualcuno lo sa… Ditemi! In secondo luogo, onore al caffè della festa, in qualunque bar lo prendessimo, sempre ottimo. In particolare nel nostro bar preferito, quello che non so come si chiama ma che era affiliato al tabacchino (con cui ormai avevamo fatto amicizia), decisamente outsider rispetto alla famigerata Capannina ma molto più divertente!
E adesso, veniamo ai ristoranti, quello che dovrebbe essere il fiore all’occhiello di ogni festa dell’Unità che si rispetti. A Modena, per tradizione, ce ne sono un casino, e ogni anno sempre di più. In linea di massima, devo dire che ho notato un pesante calo della qualità sia del cibo che del servizio, e questo sia per quel che riguarda i privati che per la gestione dei volontari. I prezzi sono abbastanza in linea con gli anni passati, ma detto terra terra, ho mangiato molto peggio degli altri anni. Andiamo con ordine.
Via Vandelli: è stato il primo che abbiamo provato e l’unico in cui siamo anche tornati. Mangiato veramente bene, servizio molto buono anche se la prima volta hanno portato il secondo che eravamo ancora a metà del primo. Ravioli ai funghi letteralmente da giù di testa, sicuramente le due cene più buone che abbiamo fatto.
Sapori di Langhe: per me che amo il tartufo, è sempre una tappa obbligatoria. E tutti gli anni sono sempre uscita più che soddisfatta, nonostante il costo un pochino elevato. Beh, quest’anno invece non sono rimasta soddisfatta per niente. I tortelli al tartufo erano buoni, ma un po’ secchini. I funghi fritti non sapevano di nulla e le patate arrosto avevano l’olio rancido. Molto, molto male. E il prezzo è sempre quello, comunque elevato. Delusione!
Mirage: ristorante campano e pizzeria. Campano, quindi presumo che la pizza la sappiate fare. Presupposto sbagliato. Pizza veramente insulsa, piena d’olio, senza gusto, pomodoro triste e ingredienti ancora più tristi. Pasta rimasta sullo stomaco tutta la notte. Da dimenticare.
Il Postiglione: ristorante tipico Lucano. Mangiato bene, cibi molto particolari e speziati. Peccato per la pasta un po’ scotta, sennò era tutto molto buono. La salsiccia piccante però io non la prendo più.
Terre di Siena: ristorante senese, anche questo di solito tappa fissa gli anni scorsi. Beh, quest’anno grossa delusione, più che altro perchè hanno completamente dimenticato di portarsi dietro il sale. Le pappardelle con il cinghiale (solitamente buonissime) erano totalmente insipide, e anche i bocconcini al Barolo. Veramente una cena senza sapore, tra l’altro hanno portato pochissimo pane mentre tutto era pieno di sugo, e comunque il prezzo non è tra i più bassi. Veramente peccato.
Villa Staggia: uno dei ristoranti tradizionali, con impronte della cucina tipica della bassa. Pappardelle con anatra e maialino al latte con patate novelle. Molto buono, ma con alcune gravi pecche: la storia che non ci volevano accettare i buoni pasto perchè andavano timbrati, e ci hanno guardato come criminali evasi di prigione; il fatto che ancora una volta il secondo è arrivato quando eravamo a metà del primo, e così il maialino l’abbiamo mangiato un po’ freddo; le patate novelle al forno erano buone, ma avevano la pelle. Da quando in qua le patate non si pelano più??
Tradizionale: quello di Sassuolo-Maranello-Fiorano etc. Tradizionalmente molto buono, anche qui grosse storie con il fatto dei buoni pasto che avevano i miei suoceri (che peraltro lavorano anche loro come volontari alla festa al ristorante Vignola), e in più siamo stati trattati leggermente male quando le signore (nonna mia e mamma sua) hanno gentilmente chiesto di cambiare tavolo perchè era un po’ freddino lì all’esterno. Ma a parte questo, cena ottima e cameriere molto gentile e simpatico. Ottimo il tris di minestre (tortellini alla panna, lasagne e tortelloni con pancetta) e i secondi. Io ho preso la grigliata di carne e altri la polenta con cacciatora. Tutto molto buono, e la spesa… Non lo so, hanno offerto i suoceri! XD
La Torre Antigua: sul nostro ristorante messicano preferito non dico più di tanto perchè io quest’anno non ci sono andata, ma ci è stato Erre due volte in compagnia di una ottima forchetta, ed entrambe le volte sono usciti più che sazi e soddisfatti. Unico problema, il prezzo. Essendo un privato il costo non è molto diverso da quello del normale ristorante, però la cena vale e alla fine uno vien via contento. Ci ho fatto però un paio di aperitivi a base di tequila sale e limone. Ecco, 5 euro mi sembrano un po’ fuori di testa per un cicchetto di tequila. Però, vabbè, il richiamo della tequila è troppo forte, e alla fine… chissene.
Per ultimo, ho voluto tenere il pezzo forte, lo scandalo della festa e la vergogna dei ristoratori: il ristorante Il Pescatore, specialità pesce azzurro.
Questo ristorantino piccolo e molto carino non si sa bene da dove sia venuto fuori, non c’è nemmeno sul programma della festa, ma ci era piaciuto tanto, con le sue reti appese al soffitto e i tavoli rotondi. Mai errore fu più grande. Ecco qui la nostra cena furto.
Antipasto: cozze e vongole alla marinara. Costo 8 euro. Le cozze erano buonine, le vongole sembravano patè. Troppo cotte, tutte mollicce. E piene di sabbia!!!
Primo: spaghetti allo scoglio. Costo 12 euro. Allora, qui inizia lo scandalo. Mentre eravamo a metà antipasto arrivano gli spaghetti (ma che è poi sta mania da ristorante cinese…??), la tipa si rende conto che è troppo presto e li rimanda indietro. Quando li riporta, l’aspetto è quasi invitante, ma alla prima forchettata.. vomitoso!! Sono totalmente scotti e insipidi!! Tipo cotti mezzora in acqua non salata. Immangiabili. Erre raccoglie tutto il suo coraggio e lo dice alla proprietaria, lei ce li porta via e ce li fa rifare dicendo che "li fanno sul momento". Dopo un minuto e mezzo tornano (alla faccia di farli sul momento). Uguali a prima. Ne mangiamo a fatica qualche forchettata, dopodichè la tipa di cui sopra ci chiede se così vanno bene, e noi rispondiamo che no, non vanno bene per niente ma pazienza. La risposta è stata "ah, ma si vede che voi siete abituati a mangiare al dente". No cara, noi siamo abituati a mangiare pesce, semplicemente. E voi non siete capaci di farlo.
Secondo: spiedini misti alla griglia. Costo 12 euro. Se dico spiedini misti a cosa pensate? Non a 4 spiedini di soli-soli gamberi, vero? Ecco. Ci siamo capiti. Una presa per il culo da 12 euro.
Alla cassa, la tipa ci ha fatto concludere la cena in allegria dicendo "Sui primi vi ho fatto lo sconto, visti i problemi. Vi ho fatto 10 invece di 12". E’ una battuta cara? Deve esserlo, non puoi dire seriamente!! Ovviamente all’uscita abbiamo detto a tutti quelli che stavano per entrare di scappare e andare a mangiare i tortellini, che era molto meglio.

Ecco qui la nostra esperienza (soprattutto gastronomica, ma non solo!) della festa di quest’anno. E’ stato un bel periodo, perchè è stata il teatro di alcuni discorsi importanti e di bellissime serate, di belle persone e di begli incontri. Quest’anno, per la prima volta, la saluto con un po’ di nostalgia.
E complimenti a chiunque sia riuscito ad arrivare in fondo a questo post infinito!! °___° Io non ce l’avrei fatta!

Categorie:Tanto niente

Dolcezze

21 settembre 2008 5 commenti

L’avevo promesso, e ieri sera finalmente l’ho fatto!
Non poteva esserci conclusione più dolce per la dolcissima giornata passata con la mia dolce metà tra Modena, Bologna e di nuovo Modena.


Categorie:Traguardi

Da ricordare

18 settembre 2008 2 commenti

Sì lo so che qui lo sfondo c’è, ma è solo un paliativo. Il problema non è risolto, e io mi sto innervosendo.
Comunque, a parte ciò, voglio postare qui questa immagine a ricordo della memorabile serata di ieri. A volte sono proprio le cose più semplici quelle che non dimenticherai più. E so che ogni volta che vedrò questa immagine scoppierò a ridere come una scema, ma è bello così!


Categorie:Tanto niente

Problemi tecnici di trasmissione

17 settembre 2008 3 commenti

Ehm….
Un post venuto pubblicato tre volte (una l’ho cancellata, le altre le lascio perchè sono commentate).
Lo sfondo dei miei post momentaneamente assente (dov’è? E’ a casa malato? Ha l’influenza? E’ in aspettativa? Dove cavolo è??)
Hotmail morta e defunta.
Machemmminchia succede???

Categorie:Uffa

Vita da ufficio

16 settembre 2008 2 commenti

Oggi è un’agonia. E poi succedono cose che non aiutano.

– C’è un tipo qui che l’ho già visto entrare in ufficio 5 volte e non l’ho visto uscire nemmeno una volta.
– Uno è entrato, mi guarda e fa "Ah, non c’è nessuno qui". Certo, e tu hai appena parlato da solo allora.
– Il mio mouse di Hello Kitty dà segni di cedimento e punta dove vuole lui.
– C’è gente che mi viene a chiedere aiuto "per disperazione". Gratificante.
– Sono due giorni che saluto una ragazza con "Ciao" tre volte al giorno e ho scoperto mezzora fa che non parla una parola di italiano.
– Ho voglia di sushi. Mi sa che stasera almeno a questo pongo rimedio.

Categorie:Skif