Archivio

Archive for febbraio 2009

Il Solo Show di Vinicio Capossela

28 febbraio 2009 1 commento

"Ognuno ha le sue prigioni, mentali, fisiche…
Ognuno ci convive.
Ma quando le pareti cominciano a restringersi, le facce diventano anonime…
Quando lo specchio comincia a darti del tu,
quando i marciapiedi ti provocano vertigini e la strada sembra il tuo tappeto rosso…
Metti insieme il tuo bagaglio:
riempilo di ricordi, speranze, parole, storie vissute e storie da vivere.
Riempilo di emozioni, musiche, liti, illusioni d’epoca,domande e risposte.
Trovati un amico e comincia la condivisione, l’esplorazione.
Vai a caso,
lascia le tue lacrime sul cuscino,
incontrati con la vita,
scontrati con il dolore
ruba l’amore.
Non avere una meta ma cento,
prova a ritornare perché il ritorno da senso al viaggio.
Pensa a Polifemo e alla sua solitudine e rispetta la solitudine altrui.
Gira intorno al mondo, non girare con lui.
Affrancati da te stesso e dall’attesa…
Per amare la vita bisogna tradire le aspettative.
Guardati intorno e guardati da chi si professa libero,
il sapore della libertà è la paura
solo chi ha paura della libertà ha il coraggio di inseguirla."

Ieri sera Vinicio ha iniziato il concerto con questa botta, "Le cento città" di Chinaski. Come introduzione a uno dei miei pezzi preferiti che è "In clandestinità"e subito dopo "Il gigante e il mago". Da quando l’ho sentito mi è entrato dentro e penso che non mi lascerà più.
Con una premessa così il resto del concerto non poteva essere da meno. Sono stare tre ore di emozione pura, in certi momenti ha strappato il cuore, in certi altri ci ha fatto ribaltare dalle risate (per esempio con la human pignata). Io era tanto che non vedevo qualcosa di così bello. Un fenomeno, un artista, un grande.
Una serata veramente splendida, da togliere il fiato.

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI
Volete sapere cosa si prova a essere odiati?
Volete provare il brivido di vedere l’odio negli occhi di chi vi guarda?
Volete finalmente sapere com’è lo sguardo di una persona che spera nella vostra immediata morte?
Allora…. Acquistate due biglietti per il teatro, per il palchetto migliore e chiedete i due posti davanti!!!
Avrete l’emozione di conoscere non una, ma ben tre persone che si augureranno un vostro malore letale per ben tre ore!!
Un affarone!!!

Annunci
Categorie:Musica

Un giorno da neurone

26 febbraio 2009 2 commenti

Qualche giorno fa, precisamente martedì, il mio unico neurone operativo Neuro ha avuto una giornata interessante.
Alle ore 7.05, Neuro si è alzato (in ritardo) e si è preparato ad essere molto ricettivo perchè lo aspettava il suo primo corso ufficiale IBM.
Alle 9.30 Neuro era in macchina che pisolava aspettando di arrivare a Bologna.
Alle 10.30, Neuro era tutto eccitato per aver avuto in regalo un block notes grande a quadretti e una penna, tutti firmati IBM.
Alle 11.30 Neuro era abbastanza soddisfatto perchè sentiva dire parole che conosceva.
Alle 13 Neuro ha imparato che i pranzi a buffet in piedi non sono la sua passione.
Alle 15 Neuro aveva dei seri problemi di concentrazione, e cominciava a non sentire più parole che conosceva.
Alle 16.15 Neuro era sicuro che l’insegnante del mattino era molto meglio di quella del pomeriggio.
Alle 17.45 Neuro ha avuto un’intuizione che è diventata certezza alle 18.20: che senso ha fare un corso di Web Query se prima non se n’è fatto uno di SQL????

Alle 21 Neuro era a casa stanco morto, e ha saputo che il pacco per il suo amico isolano tarderà ad arrivare al destinatario per cause indipendenti dalla sua volontà (la volontà di Neuro è peraltro estremamente labile), e di questo è molto, molto, molto dispiaciuto.

Categorie:JoB

Buon Bellodì a tutti!

20 febbraio 2009 4 commenti

Ohhhh, finalmente venerdì!!
Oggi volevo fare un bel post su certe mie dipendenze, ma invece alla fine scrivo un’altra cosa, visto che oggi è una bella giornata tranquilla e preweekend (cosa di cui ho estremamente bisogno) ho avuto un momento creativo e mi sembra giusto condividerlo (………).
In pratica ho inventato una settimana nuova. Ho deciso che quella attuale non mi piace molto, allora ho pensato di farne una personalizzata. Basta con i soliti lunedì, martedì etc. che sono antichi e deprimenti, voglio una settimana diversa come dico io. Questa è la mia proposta (ovviamente ho già anche pensato alla traduzione, perchè le cose o si fanno bene o non si fanno):

Restday

Riposodì

Sleepday

Nannadì

Beerday

Birradì

Bedday

Lettodì

Funday

Bellodì

Wineday

Vinodì

Sunday

Domenica

Ho tenuto domenica perchè comunque mi sento legata a certe tradizioni, e poi per non fare pesare troppo la novità.
Una volta fatta l’abitudine potrà diventare tranquillamente Sofaday – Sofadì.
Certo, ci saranno da cambiare alcune canzoni, tipo "Friday I’m in love" dei Cure, che diventerà "Funday I’m in love", ma permettetemi, suona davvero mooolto meglio!
Buon weekend!

Categorie:Tanto niente

Cuore Matto parte seconda

14 febbraio 2009 2 commenti

Ebbene… eccolo qui!
Con i miei migliori auguri di San Valentino!

Categorie:Tanto niente

Un Danacol contro il Cuore Matto…..

12 febbraio 2009 1 commento
Ho appena visto Little Tony (il MIO Little Tony!!) fare la pubblicità del Danacol, contro il colesterolo per proteggere il cuore.
Perchè come tutti sappiamo, non molto tempo fa il nostro ha avuto un bel colpetto. In questa pubblicità lui è in formissima come sempre, e in più ha i capelli insolitamente neri. Cioè, più neri del solito. Nerissimi.
Ah beh certo, tutto questo con in sottofondo "Cuore Matto". Cioè, proprio lui che si mette su il disco di se stesso medesimo che canta Cuore Matto.
Oddio. Non ho parole. Sono in evidente stato confusionale!
Categorie:Tanto niente

Two things is megl ch’one

10 febbraio 2009 5 commenti

Oggi volevo scrivere due cose che non c’entrano minimamente una con l’altra. Che facciamo, scrivo due post o le agglomeriamo insieme?
Ho deciso che le agglomeriamo perchè non ho voglia di fare due post. Ecco.
Allora, la prima è che stasera la teacher ci porta (o almeno dovrebbe) i test di inglese corretti. Ovviamente che siano fatti bene o male non ha la minima importanza, perchè è solo un test di routine che non avrà nessunissima conseguenza sul corso. Però… devo dire che questo mi riporta un po’ indietro, alle giornate di scuola in cui sapevi che ti avrebbero ridato i compiti in classe corretti, magari alla terza o alla quarta ora, e allora aspettavi…
Me lo ricordo come un momento carino, perchè bene o male sapevi come poteva essere andato il compito, e si aspettava la conferma del voto… e degli errori fatti. Ricordo grande delusioni ma anche grandi soddisfazioni. Le poche che la carriera scolastica mi abbia regalato.
Così, oggi alla nona ora saprò com’è andato il compito. Anche se non serve a niente sono comunque curiosa. Soprattutto di sapere se l’ho fatto meglio dei miei compagni di classe… Ihihihih!!!

Cambiamo radicalmente argomento, e veniamo alla seconda cosa che volevo dire oggi.
Io non ci posso fare niente, il mio neurone scemo adora Amici e il Grande Fratello, non è un segreto. Mica posso ammazzarlo, no? Quindi me li sto seguendo con estrema attenzione (grazie a dio non ho Sky, sarebbe la mia ufficiale morte cerebrale), anche se Amici quest’anno ha veramente rotto con tutte ste polemiche e liti… che palle!!
Per la cronaca, non tifo nessuno in particolare, sono assolutamente per la squadra bianca, mi piace molto Alice e odio con tutta l’anima Martina.
Ma la cosa che ci tenevo molto a dichiarare (e non so di preciso perchè, dato che è discretamente umiliante come cosa) è che ieri sera guardando il mega puntatone del Gieffe (se non l’avete visto non potete capire) ho decretato il mio preferito in assoluto. Già la settimana scorsa mi era venuto il sospetto, ma ora ne sono proprio certa: ADORO definitivamente Gianluca!!!!
Per chi non lo sapesse (beato lui) Gianluca è il napoletano trapiantato a Los Angeles a fare l’imprenditore, gran sciupafemmine come dice la Marcuzzi, che si è già sbaciucchiato viuuuulentemente con Cristina (la tettona). Ah sì, quello che si è quasi preso il bicchiere in faccia dalla pazza criminale che è uscita ieri sera di cui nemmeno faccio il nome perchè mi fa vomitare.
Insomma, io l’ho adottato, è diventato ufficialmente il mio vincitore del Grande Fratello e VOGLIO che vinca (anche se io non spenderò un euro per votarlo, manco morta). Lo amo alla follia e se fossi nella casa (dio ce ne salvi e liberi) darei un bel calcione nel culo alla tettona che tanto anche se cade non si fa male perchè ha gli airbag, e me lo prenderei per tenermelo tutto per me!!!

Scusate, ho il neurone scemo un po’ in fibrillazione, ora vado a sedarlo. Forza Gianlucaaaa!!!

Categorie:Intrattenimento

Asciugavo un pavimento col phon

5 febbraio 2009 2 commenti

Wow. Incredibile come basti una parola…
La mia collega che dice "dovrò asciugare l’acqua per terra con il phon" e a me che viene in mente che una volta questa cosa io l’ho fatta davvero.
Ed è un attimo riaprire un mondo, e ricordare ogni cosa, e rendersi conto che le cose non ci lasciano mai completamente, ma dormono dentro di noi finchè qualcosa non le risveglia. Mi è preso un enorme groppo alla gola, e non so nemmeno il perchè. Forse perchè si sente quanto tempo è passato, quanti cambiamenti ci sono stati, come la vita ha girato su se stessa e non è più tornata quella che era stata… non lo so. Sembra una vita fa. Sembra la vita di qualcun altro.
Eppure quella piegata ad asciugare per terra con il phon ero proprio io, mentre qualcuno rideva con le lacrime agli occhi prendendomi per il culo, andando avanti per giorni con questa storia ridicola. Ecco, ero io. E non lo so come si esce da certi periodi della vita. Se le ferite dell’anima si potessero tradurre in ferite fisiche visibili, mi vedo come una persona sfigurata da una cicatrice che le attraversa il volto e arriva fino al torace. Uno squarcio che divide il corpo in due.
Per fortuna, non si vede. Io so che c’è, ma da fuori non si vede niente. Fatto sta che adesso c’ho addosso un po’ di malinconia e non so perchè.
In fondo, se adesso sono quella che sono, è anche (no, soprattutto) grazie a quella volta che ero per terra ad asciugare un pavimento con il phon.

Categorie:Riflessioni