Archivio

Archive for the ‘JoB’ Category

Confessioni di un tecnico approssimativo

Ieri sera a Le Iene hanno fatto un servizio carino su quanto possano essere truffaldini i tecnici pc. Cioè quelle personcine a cui voi portate il vostro prezioso computer quando siete alla disperazione, o non avete un amico smanettone che ve lo metta a posto (leggi: che ve lo incasina ancora di più ma voi non lo sapete).
Ecco, a questo proposito vorrei portare la mia testimonianza a favore di questa tesi. Ma non da possessore di pc da riparare, bensì come tecnico assolutamente approssimativo quale che sono.
Sappiate che noi tecnici pc siamo infami. Vi racconto cosa è successo proprio ieri mattina qui in ufficio.
Mi chiama una collega del piano di sopra tutta agitata, dicendomi che AddettoSpedizioni non riesce proprio ad accedere al sito di un nostro fornitore dal suo pc, e deve assolutamente collegarsi perchè deve caricare alcune bolle di spedizione ed è (manco a dirlo) urgentissimo.
Le dico che dò un’occhiata. Chiamo AddettoSpedizioni e mi collego in remoto sul suo pc (per chi non ne masticasse, significa che dal mio computer mi collego e vedo il suo desktop come se fossi là davanti, ma senza spostarmi dalla mia scrivania). Gli faccio fare tutte le operazioni e guardo cosa fa. Tutto bene, va su Internet, si collega al sito, mette utente e password, entra, ma quando clicca sul bottone per far partire l’applicazione che gli serve non succede niente. O meglio, dopo 5 minuti esce una pagina bianca di errore di pagina non trovata. Ok. Comincio a guardare le impostazioni di Internet Explorer, e penso che sicuramente è un problema di sicurezza, visto che è un sito protetto. Intanto AddettoSpedizioni va a fare le sue cose, e io continuo a ciappinare per capire il problema.
Pulisco la cache, abilito i cookie, accetto certificati, abbasso leggermente la protezione del browser, metto il sito del fornitore nei siti attendibili, abilito i popup, controllo i componenti aggiuntivi… niente, non funziona.
Provo a fare la stessa operazione sul mio pc, mi collego al sito usando l’utente e la password di AddettoSpedizioni e provo a lanciare l’applicazione. Funge. E sticazzi….
Capisco senza alcun dubbio che il problema è sul suo pc. Ma abbiamo la stessa configurazione, stesso sistema operativo, stessa versione identica di Internet Explorer. L’unica differenza, penso, è che io sono amministratore della macchina e lui no. Sto quasi per decidere di dargli i privilegi amministrativi (che per un tecnico è come infilarsi degli spilli sotto le unghie), quando presto attenzione a un piccolo dettaglio: nella barra degli indirizzi, l’indirizzo del sito del fornitore è scritto con un punto alla fine. Tipo vuvuvupuntosticazzipuntoitpunto. Penso che sia una stronzata (cazzarola, è solo un puntino…), ma per scrupolo lo tolgo e mi ricollego al sito senza il punto. L’aspetto è identico, inserisco utente e password, entro, faccio partire l’applicazione… e funge.
Parte un rosario di quelli che fanno arrossire anche le piante in ufficio. Gli salvo l’indirizzo giusto (senza punto finale) nei preferiti e richiamo AddettoSpedizioni.
"Vedi, adesso funziona correttamente".
"Cavolo è vero, grande! Ma come hai fatto? Qual’era il problema?"
"Eh, era come immaginavi, c’era un blocco di sicurezza sul tuo pc. Adesso l’ho sistemato, puoi lavorare tranquillamente…"  Stralunato
"Grande, grazie mille, ciao!!"
Richiamo la collega del piano di sopra.
"Sono io, volevo dirti che AddettoSpedizioni ora è a posto, può fare quel che deve fare."
"Ah fantastico! Allora cos’era, un problema del suo pc, vero?"
"Certo, c’era un problema di sicurezza, il suo pc era un po’ bloccato. Adesso gliel’ho sbloccato, non avrà più problemi…." Stralunato
"Perfetto, grazie mille cara, ciao!!"

Ricordatevelo bene: noi tecnici siamo infami.
Ed è anche andata bene che non gli ho detto che era colpa sua che aveva sicuramente cambiato qualcosa nelle impostazioni di Internet Explorer. Solo perchè AddettoSpedizioni mi è simpatico quindi non ho voluto infierire.
Ma non fidatevi mai, MAI, di quello che vi dice un tecnico informatico.

Annunci
Categorie:JoB

Autogratifica

Mi permettete una piccola spudorata autocelebrazione?
Posso?
Ok.
Oggi ho installato Web Query sul nostro AS400 nuovo. E la cosa pesa… è che funge!!
Wow….. Sono particolarmente proud of myself.
Categorie:JoB

Guida per l’utonto – Ver. 1.2 Beta

8 settembre 2009 5 commenti

1. Chiamare il tecnico e scegliere tra le seguenti la spiegazione tecnica del problema a seconda delle esigenze:

– Non va un cazzo
– Non va niente
– Non funziona una sega
– Il pc è morto o almeno credo

2. Dopo aver spiegato dettagliatamente il problema al tecnico (v. punto 1), sollecitare l’intervento scegliendo tra le seguenti l’opzione più adatta alle vostre esigenze:

– Vieni subito che non so che cazzo fare
– Vieni subito che IO devo lavorare
– Vieni subito sennò butto sto cazzo di macchina di merda fuori dalla finestra

3. Cambiare regolarmente tutte le password senza annotarsele, e senza comunicarlo ai colleghi che utilizzano lo stesso utente. Preferibilmente, dimenticare le suddette password.
Rivolgersi quindi al tecnico imprecando contro di lui perchè dovrebbe conoscere le password di tutti e ricordarsele a memoria in ogni momento.

4. MAI dare feedback al tecnico sulla risoluzione di un problema. Se dopo l’intervento del tecnico il problema sussiste, farlo presente martellando il suddetto tecnico con telefonate, email, e seguendolo in pausa caffè e in bagno. Qualora invece il problema fosse risolto, chiudere ogni tipo di comunicazione, soprattutto se il tecnico in questione ha chiesto di fargli sapere se tutto funziona correttamente.

5. Mentre il tecnico è al vostro computer per risolvere il vostro problema, intrattenerlo scegliendo tra le seguenti la frase adatta alle vostre esigenze:

– Era meglio quando si usava la carta
– Io e il computer non andiamo proprio d’accordo
– Allora, si sa qual’è il problema? Cos’è successo?
– Voi informatici siete gente strana
– Ma perchè questi casini succedono sempre solo a me?
– Voi ci controllate i pc senza dirci niente e ce li incasinate
– Ma perchè i computer non funzionano mai?

6. E’ vietato prendere appunti su qualsiasi spiegazione, chiarimento o consiglio dato dal tecnico. Nel caso, chiamarlo e chiedere di nuovo, ogni volta che occorre.

7. Nel caso Internet dovesse smettere di funzionare, oppure vi accorgeste che il sistema centrale non funziona più, tempestate immediatamente di telefonate il tecnico. Potrebbe non essersene accorto.
Nel caso in cui anche i telefoni fossero fuori uso, recarsi immediatamente nell’ufficio del tecnico e spiegare il problema sottolineandone l’importanza (v. punti 1 e 2)

8. Stampanti, scanner, plotter etc. sono parte del pc. In caso di problemi con questi componenti, è sufficente comunicare al tecnico che il pc non va.

9. Nel caso il tecnico vi rimproverasse di aver fatto qualche operazione non corretta, zittitelo immediatamente rispondendo "Ma io ho sempre fatto così ed è sempre andato bene".

10. Nel caso in cui non riusciate a fare un’operazione, chiamate subito il tecnico. Dopo che vi avrà mostrato come eseguirla, e dopo aver constatato che il programma funziona correttamente, rispondete sempre "Ho fatto esattamente la stessa cosa ma con me non ha funzionato".

11. I manuali per l’utente, la documentazione online, e i database di knowlegde base messi a disposizione dall’azienda o su Internet, sono pieni di informazioni inutili e troppo lunghi da leggere. Invece di perdere tempo a cercare nella documentazione, rivolgersi immediatamente al tecnico per ogni dubbio o domanda (v. punto 6)

12. I tecnici sono tutti uguali. Non preoccupatevi di eventuali competenze, chiamate indistintamente chi vi pare, per un problema al pc, al programma che usate, alle stampanti (v. punto 8), all’impianto elettrico dell’azienda o all’antifurto della vostra auto.

Categorie:JoB

Just One Year Ago

Ero giù che andavo a cambiare il nastro del backup….
E ho buttato un occhio alla sala d’aspetto. Esattamente un anno fa ero là, in quella sala, in piedi sulle stampelle con una gamba ingessata e mi guardavo intorno. Pensavo: "Che ficata questo posto, spero tanto che mi prendano…".
Oggi, mentre mi aggiravo per i corridoi, stavo pensando alle persone riunite da stamattina a decidere le prossime mosse per affrontare la crisi, e quello che penso oggi è: "Speriamo che mi tengano… Non voglio andare via da qui…"
Lo so che l’ho già detto, ma purtroppo al momento non riesco a pensare ad altro (eh beh). Ormai per oggi temo che non avrò notizie, ma domani sicuramente sì.
Nel frattempo, quello che mi commuove è l’affetto che mi stanno dimostrando i miei colleghi. Mi sono vicini e lo sento. E’ molto bello. Devo dire che sono fortunata, se c’è una cosa di cui non mi sono mai potuta lamentare da che ho iniziato a lavorare (e non solo qui, in generale) sono proprio i colleghi. Quelli attuali non fanno certo eccezione. Il solito motivo per cui lasciare un posto di lavoro è sempre abbastanza straziante per la sottoscritta.

Categorie:JoB

Cos’è sta cosa che ho sotto le scarpe? Ah già, è il mio umore…

Va bene, lo ammetto. Sono depressa.
Anche se non è esattamente depressione…. Sono incazzata.
Ma non solo… Sono anche spaventata.
Ecco, molto spaventata. Le riunioni degli ultimi giorni non lasciano intendere nulla di buono, e stamattina ho avuto la botta finale, adesso le cose si complicano davvero.
Va bene va bene, a giugno manca ancora tanto, ma più avanti peggio è, sono terrorizzata. Non posso andarmente di qua.
Non VOGLIO andarmene da qua!
Venire a lavorare in questo posto è stata una delle cose più difficili che abbia mai affrontato in vita mia, a settembre credevo che mi sarei sparata prima di Natale, e invece a novembre tutto è cambiato, finalmente mi sento a casa qui, ho conosciuto un sacco di persone che mi piacciono e mi piace da matti quello che faccio.
Non potete lasciarmi a casa!!
No, sinceramente, mi va bene invecchiare qui dentro. Se dovessi firmare per decidere che questo sarà il lavoro che farò per tutta la vita fino alla pensione, presto, passatemi subito una penna.
Sono demoralizzata in un modo impressionante. Fino alle 4 di lunedì pomeriggio andava più o meno tutto bene. Dalle 5 e mezza di lunedì è andata molto meno bene. Da stamattina alle 9 e mezza per niente bene.
E pensare che ero partita per fare un bel post sulla Formula 1 e sul campionato iniziato domenica… Avevo tutta una serie di cosine carine da dire e un po’ di ricerche che avevo fatto, nonchè la mia ritrovata (forse mai persa veramente) passione per la Formula 1 e le macchine…
E invece no, mi è passata la voglia.
Ah beh, e in tutto questo, Maometto continua a non aver voglia di andare in montagna. Eppure se la montagna va da lui Maometto è contento. Odio quando non capisco le cose.

Categorie:JoB

Effetto boomerang

Richiesta del giorno: "Ho spedito una mail alla persona sbagliata, si può farla tornare indietro?"
Ok, la prossima volta ci leghiamo una cordicina così la possiamo tirare indietro se non va bene……..

Ommammamia………. -___-

Categorie:JoB

Un giorno da neurone

26 febbraio 2009 2 commenti

Qualche giorno fa, precisamente martedì, il mio unico neurone operativo Neuro ha avuto una giornata interessante.
Alle ore 7.05, Neuro si è alzato (in ritardo) e si è preparato ad essere molto ricettivo perchè lo aspettava il suo primo corso ufficiale IBM.
Alle 9.30 Neuro era in macchina che pisolava aspettando di arrivare a Bologna.
Alle 10.30, Neuro era tutto eccitato per aver avuto in regalo un block notes grande a quadretti e una penna, tutti firmati IBM.
Alle 11.30 Neuro era abbastanza soddisfatto perchè sentiva dire parole che conosceva.
Alle 13 Neuro ha imparato che i pranzi a buffet in piedi non sono la sua passione.
Alle 15 Neuro aveva dei seri problemi di concentrazione, e cominciava a non sentire più parole che conosceva.
Alle 16.15 Neuro era sicuro che l’insegnante del mattino era molto meglio di quella del pomeriggio.
Alle 17.45 Neuro ha avuto un’intuizione che è diventata certezza alle 18.20: che senso ha fare un corso di Web Query se prima non se n’è fatto uno di SQL????

Alle 21 Neuro era a casa stanco morto, e ha saputo che il pacco per il suo amico isolano tarderà ad arrivare al destinatario per cause indipendenti dalla sua volontà (la volontà di Neuro è peraltro estremamente labile), e di questo è molto, molto, molto dispiaciuto.

Categorie:JoB