Archivio

Archive for the ‘‘mmore’ Category

15 luglio 2003

Il 15 luglio 2003 era martedì. Lavoravo in prova nell’ufficio commerciale di una pelletteria a Piumazzo.
Il giorno prima, lunedì mattina, mio padre mi aveva chiamato per dirmi che il nonno era stato male, e lui era andato a riprendere lui e mia nonna al mare e l’aveva portato in ospedale a Modena. Lunedì sera sono stata a trovarlo, ed era su un letto in corridoio in neurologia, perchè non c’erano stanze libere.
Il 15 luglio 2003 era martedì, dicevo. Ho lavorato solo mezza giornata perchè al pomeriggio avevo appuntamento per due tatuaggi. C’erano 87 gradi all’ombra, e la Giò è venuta con me per sostenermi nell’impresa. Dopo i tattoo, siamo andate al bar a berci qualcosa di fresco, poi sono tornata a casa e alla sera sono andata in ospedale a trovare il nonno.
L’avevano messo in una stanza con un altro signore anziano, che aveva avuto un ictus anche lui. Una stanza da due, con l’aria condizionata a manetta che mi faceva congelare le goccioline di sudore sulla schiena. Cercavo di nascondere il tatuaggio sulla nuca che avevo appena fatto sennò mi toccava una ramanzina infinita, perchè poi mio nonno stava già bene, quindi me ne stavo appiccicata alla finestra cercando di non mostrare le spalle.
Dopo 10 minuti che ero lì, entra nella stanza un ragazzo. Si guarda intorno, saluta, e poi va dal compagno di stanza abbracciandolo e dicendo "Ciao nonno".
In quel momento, una saetta mi ha preso in pieno, e sono rimasta imbambolata a guardare questa scena pensando queste precise parole:
"Peeeeerò, carino il nipote…."
Nello stesso momento, mio nonno si è imbambolato a guardare la scena e ha pensato queste precise parole:
"Mo vè s’lè blèin, andrèv propria bein per la Barbara un acsè…"
Qualche giorno dopo, ho saputo che nello stesso momento, questo ragazzo, entrando dalla porta, mi ha guardato ed è rimasto imbambolato, ed ha pensato queste precise parole:
"Opperò, qui c’è qualcosa di interessante…..".

Io da quel momento non sono più riuscita a pensare ad altro.
Il giorno dopo era mercoledì 16 luglio 2003. Dopo il lavoro ero di nuovo lì, e ci siamo presentati. Aveva un sorriso meraviglioso, due occhi azzurri come il mare e si chiamava Enrico.
Ed io ero già cotta come una pera.

Mio nonno è stato dimesso sabato mattina, venerdì sera mi ero fatta forza per chiedergli il suo numero, perchè non l’avrei più rivisto in ospedale. Invece me l’ha chiesto prima lui, in una scena di quelle da imbarazzo storico, e siamo rimasti d’accordo per vederci in un posto un po’ più consono.
E’ stata la settimana più delirante della mia vita. Questo ragazzo che avevo visto 4 volte per un’oretta, mi aveva sconvolto completamente.
Ma ci avevo visto giusto. Giovedì prossimo saranno 6 anni che stiamo insieme, io continuo a essere cotta come una pera, quando lo guardo ho il cuore che ancora mi va a mille e sento che al mio fianco non potrebbe esserci nessun altro a parte lui.

Mio nonno sta benone, ed è ancora tutto contento quando pensa che il suo secondo ictus è servito a farmi conoscere Enrico. Mi ha solo raccomandato di tenermelo stretto, perchè gli scoccerebbe farsi venire il terzo per cercarmi un altro moroso.
Il nonno di Enrico invece se n’è andato dopo pochi mesi. La prima volta che abbiamo litigato siamo stati malissimo, e quando abbiamo fatto pace abbiamo davvero capito che siamo fatti per stare insieme.
"Sei l’ultimo regalo che mio nonno mi ha fatto prima di andarsene". Le parole più dolci che mi siano mai state dette in vita mia.

Annunci
Categorie:'mmore

Warning – Explicit romance

Amore, ma lo sai che dopo tanto tempo 
quando ti guardo negli occhi mi fai battere forte forte il cuore
come la prima volta che ti ho visto?
E che quando mi baci sento ancora gli stessi brividi?
Solo una cosa è molto cambiata…
Ti amo un milione di volte di più!!


Categorie:'mmore

Momento romantico – part two

14 ottobre 2008 3 commenti
Arrivare a casa e trovarlo ai fornelli che prepara una cenetta per noi due quando io pensavo che avremmo preso una pizza o saremo andati fuori a cena.
Lui che mi dice che è andato a fare la spesa. Lui che ha cucinato per me.
Ho una vaga idea di quello che ci aspetta nel nostro futuro, e non vedo l’ora!!
Categorie:'mmore

Momento romantico

11 ottobre 2008 2 commenti
Persino l’odiosa Coop, con te è più bella.
Mi chiedo quante altre cose che ancora non conosco siano belle, insieme a te…
Categorie:'mmore

Cuccioloni!

28 settembre 2008 2 commenti

 

 

Categorie:'mmore

Friction 2008 (Part One)

Ieri sera primo round del Friction Festival, con una serie di cose di cui probabilmente il mondo avrebbe fatto volentieri a meno, tipo la battaglia rock dei cuscini… (seguiranno foto per capire meglio di cosa si trattava).
Ma per me ieri sera è stata stupenda, per le chiacchiere bellissime con il mio ammmore, e perchè mi ha detto la cosa più bella e dolce che mi sia mai stata detta in vita mia. E da quel momento lì, poteva anche venir giù il mondo che per me la serata è stata perfetta. E’ così…. Tra poco più di due settimane festeggeremo il traguardo dei 5 anni insieme e io mi sento… così….

           

Categorie:'mmore

Le parole che non ti ho detto

Data l’ora tarda e coccolosa, e data la serata appena trascorsa… direi che ci sta un post bello mieloso, che è poi quello che penso in questo momento e mi va di esternarlo qui… Posso? Certo che posso! Il pensiero mieloso va ovviamente al mio cucciolotto (che presto avrà internet e potrà leggere i miei post sdolcinati!), con un bacio grande di buonanotte….

 

Categorie:'mmore