Archivio

Archive for the ‘Hobby’ Category

Embolo update

In neanche 24 ore il mio oggettino del desiderio è cambiato già almeno 6 volte.
Ma questo solo perchè ho parlato con qualche tecnico molto meno approssimativo di me, e ho scoperto che ci sono diverse soluzioni per ottenere il risultato che voglio, ovvero portare su hard disk (e non solo su dvd) le mie vecchie, care videocazzette.
La soluzione Dazzle è stata scartata subito, per un problema di swap del pc (e il mio sicuramente mi avrebbe dato molto da fare in questo senso) e in più per il piccolo problemuccio che ho il file system in FAT32, quindi non potrei gestire files più grandi di 2 giga.
Ergo, il Dazzle, o Pinnacle, o qualsiasi soluzione che appoggia su pc, è esclusa.
Allora mi sono orientata su un DVD Recorder con hard disk integrato. Niente di più facile, si dirà. Eh, ni. Perchè intanto il prezzo è notevolissimamente salito, e inoltre il mio collega non approssimativo mi ha avvertito che sarebbe bene precorrere i tempi e prenderne uno con il sintonizzatore del digitale terrestre già integrato, in modo da poter poi registrare dai canali digitali quando sarà il momento senza problemi. E così la questione si complica ulteriormente.
Ora, chiedo consiglio a chiunque abbia voglia di darmene uno: da Mediaworld c’è un Samsung con tutte le caratteristiche che mi servono, a 269 euro, lì bello pronto da prendere e portare a casa. Mentre sul sito Mediaworld un LG stesse caratteristiche a 219 + 14 di spedizione. Tenendo presente che ho una Gift Card da 50 euro che userò  in entrambi i casi (quindi fate meno 50).
Mi verrebbe voglia di prendere quello sul sito, ovviamente. Io poi sono abbastanza LG addicted, quindi mi ispira molto anche per quello. Posso anche pagare con bonifico bancario che per me è il massimo della comodità. Che dite, lo faccio??

Annunci
Categorie:Hobby

Embolo!!

E non ci posso far niente, insomma. Mi parte l’embolo.
Decido che ho bisogno/voglia di qualcosa, e non c’è speranza. E’ fatta. La voglio, la devo avere, subito.
Oggi mi è partito un embolo di questi, e ho deciso il mio prossimo imminente acquisto. E continuo a chiedermi: perchè ne sento la necessità solo ora, perchè cavolo non ci ho pensato molto tempo fa? Eh, non lo so. O meglio, lo so. Perchè come è risaputo sono un tecnico approssimativo, e per quanto avvezza alla tecnologia sono totalmente estranea all’audio/video (e a Facebook, e ai guestbook….). Sennò non sarei approssimativa, giustamente.
E invece ho deciso di dare una svolta, e il mio oggettino del desiderio è il seguente.

Ovvero il giabanino per digitalizzare in primis le VHS, e poi anche video da telecamere e quant’altro. No perchè, così, mi è sovvenuto del fatto che io possiederei circa 600 videocassette (decina più decina meno), e mi sembra un vero peccato perdere tutto quel ben di dio di film, spezzoni, telefilm, filmettini amatoriali e tutto quello che io registravo nella mia teledipendente adolescenza (tutto).
Quindi per una cifra decisamente accettabile di una novantina di euro, questo è il prossimo giochino che la sottoscritta si autoregalerà al più presto.

Ogni riferimento a persone e fatti realmente accaduti è… ehm, casuale. Un po’.

Categorie:Hobby

Un po’ di cultura non guasta!

Ho deciso di dare un tocco di intellettualità al blog, dopo tante cavolate un post per acculturarvi un po’.
 
Pillole dal corso di introduzione all’antropologia filosofica che sto seguendo.
L’antropologia filosofica si distingue dall’antropologia tradizionale in quanto quest’ultima si occupa dello studio dell’uomo inserito in un determinato contesto: sociale, geografico, politico e storico. L’antropologia filosofica, al contrario, intende studiare l’uomo in quanto "uomo", a prescindere da qualsiasi scenario in cui esso può essere inserito.
La domanda principale che viene posta è: cos’è l’uomo? In base a cosa possiamo dire che l’uomo è tale?
Le tre caratteristiche che sono proprie dell’uomo in quanto tale sono la vita, la conoscenza e la libertà.
Della vita, al momento non posso parlare perchè ho perso la prima lezione (so che adesso sarete tutti molto tristi e avviliti…), ma posso darvi una piccola panoramica di cosa si intenda per conoscenza (yuppiiii).
La conoscenza, per l’uomo, è quella relazione che si viene a creare tra un soggetto conoscente (l’uomo, appunto) e un oggetto conosciuto (o da conoscere). L’esperienza è il mezzo fondamentale (per non dire unico) su cui si basa il processo conoscitivo.
Esistono principalmente due teorie: la teoria kantiana (rappresentazionista) sostiene che noi veniamo a conoscenza degli oggetti tramite i nostri sensi, che ci trasmettono l’idea dell’oggetto di cui stiamo facendo esperienza. Ma i nostri sensi sono innati, e semplicemente "interpretano" la realtà che hanno di fronte, quindi, concludendo brevemente, noi veniamo a conoscenza solo di una parte della realtà, quella appunto percepita dai nostri sensi.
La seconda teoria (realista) sostiene invece che i nostri sensi vengono "plasmati" dall’oggetto di cui si fa esperienza. I sensi interpretano la realtà e ad essa si fanno simile. L’esempio più evidente si ha osservando i bambini. In loro, il concetto di tempo e spazio non è innato. Solo con l’esperienza possono ampliare la loro conoscenza, e quindi il soggetto (cioè l’uomo) si fa simile agli oggetti che via via conosce. L’immagine che il nostro cervello avrà dell’oggetto conosciuto, non sarà un’immagine identica alla realtà, ma molto simile, usando il termine specifico, analoga.
Allora, dove sta la verità? Nel soggetto che interpreta la realtà di cui fa esperienza o nella realtà stessa, cioè nell’oggetto?
Per semplificare (eheheheheheheh), qui di seguito lo schemino riassuntivo creato dalle mani del meraviglioso cervello che è anche il mio insegnante, ed è evidente che solo una mente geniale poteva riassumere con tanta eleganza dei concetti così contorti in un semplice schema. Adoro quest’uomo. E i suoi schemini.
 

Categorie:Hobby